PER I GIOVANI PIEMONTESI IL VIAGGIO DELLA MEMORIA CONTINUA ONLINE

PER I GIOVANI PIEMONTESI IL VIAGGIO DELLA MEMORIA CONTINUA ONLINE

DEINA TORINO APS 18-01-2021

In questo anno in cui non è possibile spostarsi fisicamente, Promemoria_Auschwitz continua comunque il suo viaggio. Il progetto, organizzato in Piemonte da Deina Torino e dal Comitato Arci Torino, vede infatti il coinvolgimento di oltre 1200 studenti piemontesi. I partecipanti visiteranno l’ex lager di Auschwitz-Birkenau attraverso una visita virtuale realizzata tramite riprese a 360 gradi: permetterà di scoprire la storia e le memorie del luogo, vivendo in parallelo un'esperienza intensa e di forte impatto emotivo e conoscitivo. In tutta Italia saranno oltre 2000 i giovani coinvolti nel progetto.

L'associazione Deina organizza, dal 2013, il progetto Promemoria_Auschwitz, insieme ad Arci e a numerosi enti di tutta Italia fra i quali comuni, regioni, università, istituti storici: si tratta di un viaggio della memoria in treno che ha coinvolto, in questi anni, oltre 16mila giovani tra i 17 e i 25 anni. «Siamo profondamente convinti che un percorso di conoscenza di questo tipo non trovi il suo significato solo nel vivere una esperienza di viaggio, che certo è fondamentale, ma sia fatto di condivisione, di scambio, di apprendimento, di crescita personale, di consapevolezza e di scelte, su che tipo di cittadini vogliamo essere oggi e domani - dice Cristina Lentini, presidente di Deina - Abbiamo trascorso questo 2020 ridefinendo i contenuti dei percorsi educativi e laboratoriali dei nostri progetti, proponendo percorsi di educazione civica alle scuole, realizzando una formazione nazionale per i nostri tutor e immaginando un nuovo modo per viaggiare, incontrarci e partire insieme». Per questo, da mercoledì 27 gennaio gli studenti parteciperanno a questo viaggio virtuale immersivo che li porterà a visitare Cracovia e l’ex campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. In remoto, da casa propria o in presenza in classe, quando sarà possibile, ma sempre insieme, in una visita digitale che offre l’opportunità di vivere quest’esperienza da una prospettiva nuova, muovendo liberamente lo sguardo, osservando e ascoltando le storie di quei luoghi, accompagnati da una guida del Memoriale di Auschwitz-Birkenau. Un’esperienza importante, intensa e istruttiva, fondamentale nei giorni presenti, ma importante anche in ottica futura, perché accessibile a tutti.

Il progetto si svolge interamente online e accompagna i 1200 studenti coinvolti lungo tutto l’anno scolastico: si parte mercoledì 27 gennaio con le prime due conferenze al mattino rivolte alle scuole di Moncalieri e Alba, cui seguiranno un ciclo di laboratori in preparazione dell’esperienza, la visita virtuale guidata dell’ex lager di Auschwitz-Birkenau e un percorso di approfondimento successivo alla visita.

La sera di mercoledì 27 alle 21 appuntamento aperto a tutti in diretta Facebook www.facebook.com/moncalierigiovane, dalle 21 alle 23. Ospiti della serata, realizzata con il sostegno del Comune di Moncalieri, lo storico Francesco Filippi, autore per Bollati Boringhieri de "Mussolini ha fatto anche cose buone. Le idiozie che continuano a circolare sul fascismo", che interverrà su "Le colpe del fascismo tra memoria e oblio", Tommaso Speccher, docente di filosofia alla Freie Universität Berlin Department of Philosophy and Humanities, che parlerà de "ll peso dei crimini nazisti nella storia tedesca" e lo storico Carlo Greppi, scrittore e collaboratore di Rai Storia, con un focus su "Perché abbiamo deciso di ricordare".

Sono inoltre previsti incontri di formazione sul tema della memoria cui parteciperanno altri 1700 studenti piemontesi, arrivando a coinvolgere oltre 3000 studenti della regione in attività legate alla memoria.

Per maggiori informazioni www.deina.it.