MONCALIERI CITTÀ DELL’ABITARE COLLABORATIVO

MONCALIERI CITTÀ DELL’ABITARE COLLABORATIVO

MARIO DRAVELLI APS 03-10-2022

Il progetto Moncalieri Città dell’Abitare Collaborativo - promosso dalla Fondazione Dravelli con la cooperazione e il sostegno della Città di Moncalieri; la collaborazione con il Gruppo RIMEDIARE/RIMEDIARE e l’Associazione BuonAbitare e con un partenariato significativo - intende costruire nel territorio moncalierese una prima sede dove confrontare prospettive di analisi, metodologie e scambiare buone pratiche dell’abitare collaborativo (considerato nelle sue diverse forme e come intreccio di prossimità e di cura), ritenute non solo azioni necessarie per sostenere le persone con fragilità e contrastare gli effetti dell’esclusione e del disagio sociale, ma anche come fattore di innovazione sociale: opportunità per promuovere lo sviluppo della comunità locale e la crescita del benessere individuale e collettivo.

Si prevede nel 2022 la realizzazione di un programma di attività articolato nel modo seguente:

  • CONVEGNO;

  • PRESENTAZIONE DEL PROGETTO E DEL PROGRAMMA;

  • LE SITUAZIONI LABORATORIO, I LABORATORI TEMATICI;

  • IL SEMINARIO CONCLUSIVO, ANALISI DEGLI ELEMENTI EMERSI.

L’intento è quello di individuare azioni utili a rimediare alcune delle criticità che caratterizzano la contemporaneità in campo ambientale, economico, sociale, culturale, educativo, formativo: criticità preesistenti, ma rese più evidenti dalla pandemia di COVID-19, dal ritorno della guerra in Europa, dal crescere della paura in relazione al futuro: così come viene percepito e rappresentato in termini individuali e collettivi. Di fronte alle trasformazioni in atto, che secondo alcuni potrebbero portarci verso una condizione post-umana, Edgar Morin dice che è necessaria una mediazione nei confronti di tali cambiamenti che deve essere “accompagnata, regolata, controllata, guidata da una metamorfosi eticaculturale-sociale”.

La città delle prossimità è una città in cui l’innovazione sociale, i beni comuni, le comunità locali e il lavoro di cura diventano parole chiave di una nuova progettualità che, grazie ad infrastrutture materiali e immateriali coerenti, crei le condizioni per accorciare le distanze, generare nuove comunità competenti e co-generare spazi pubblici e privati: un ecosistema di persone, organizzazioni, luoghi, prodotti, servizi che esprimono una reciproca capacità di cura. Il Progetto intende promuovere - in stretta cooperazione con la Città di
Moncalieri - la definizione di una Carta e di un'Alleanza tra i soggetti pubblici e privati, tra cittadini e cittadine organizzati interessati alle diverse forme dell’abitare collaborativo: volte a favorire lo scambio e la messa a sistema delle esperienze e delle capacità presenti nel territorio e facilitare la co-progettazione di nuovi interventi. Per i promotori del Progetto, le pratiche dell’abitare sociale, dell’abitare collaborativo, della prossimità e della cura, non sono solo una delle risposte alle domande emergenti - integrando le esigenze economiche, sociali, culturali, educative e relazionali delle persone - ma sono anche strettamente collegati alle ''pratiche democratiche'' e alla “democrazia progettuale” nella vita quotidiana: azioni concrete che sono la premessa necessaria per alimentare e dare sostanza alla democrazia nella sua dimensione sociale: per tentare di evitare che la democrazia stessa (considerata solo in quanto modello istituzionale e come forma di governo, fondata sui principi della partecipazione e della rappresentanza politica) non rischi di diventare, come suggerisce Norberto Bobbio, una promessa non mantenuta.

venerdì 7 ottobre 2022 dalle ore 14.30 alle 18.00
DIALOGHI SULL’ABITARE COLLABORATIVO
Biblioteca Civica Arduino "A. Arduino" - Via Cavour, 31 - Moncalieri TO

Il CONVEGNO, costituisce il momento di avvio del Progetto: l’incontro intende essere un’occasione per riflettere sulle pratiche dell’abitare collaborativo attraverso il contributo di esperti e il coinvolgimento attivo dei rappresentanti della Città di Moncalieri, dei soggetti pubblici locali, del Terzo Settore e dei/delle cittadini/e interessati/e.

Un’opportunità per dialogare - a partire dalle esperienze realizzate sul territorio di Moncalieri - su pratiche, interventi e servizi che cercano di rispondere alle diverse esigenze sociali legate ai diversi bisogni abitativi (in primis, offrire una abitazione dignitosa). Si propone di: integrare le diverse linee strategiche già consolidate in questo ambito, con la possibilità di sperimentare la costruzione di nuove politiche urbane orientate a promuovere l’abitare collaborativo attraverso progetti e azioni considerate da un punto di vista interdisciplinare e realizzate con un approccio interassessorile; di individuare nuovi strumenti di governance idonei per realizzare politiche e interventi di tipo collaborativo, sperimentando nuove forme di
partecipazione per dare concretezza al principio costituzionale della sussidiarietà orizzontale (vedi art. 118, comma 4)

Il tema dell’abitare collaborativo nel CONVEGNO viene affrontato da diverse prospettive: Silvia Di Crescenzo (Assessora alle Politiche sociali e abitative) presenterà “Le esperienze e i progetti promossi dalla Città di Moncalieri”; Francesco De Biase (Gruppo RI-MEDIARE, Direttore della Collana Pubblico, Professioni e Luoghi della Cultura, FrancoAngeli) interverrà su “L’azione culturale come generatrice di ambienti capacitanti”; Ezio Manzini (Presidente del DESIS Network, Professore Onorario al Politecnico di Milano) interverrà su “Prossimità, cura e innovazione sociale”; Elvio Raffaello Martini (Psicologo di Comunità e promotore del progetto BuonAbitare) interverrà su “Il buon abitare come fattore di benessere delle persone e delle comunità”; Daniela Ciaffi (Docente di Sociologia Urbana, Politecnico di Torino e Vice Presidente LABSUS, Laboratorio per la sussidiarietà) affronterà il tema degli “Strumenti cooperativi per partecipare davvero”; Elena Carli (Segretaria Generale della Fondazione della Comunità di Mirafiori Onlus di Torino) interverrà su “Prospettive di governance collaborativa”. Introduce e conduce i lavori Francesco Maltese (Dottore di Ricerca in Scienze Umane, Responsabile Progetto Abitare Collaborativo della Fondazione Dravelli e referente del nuovo Gruppo BuonAbitare di Moncalieri). Al termine della sessione dedicata agli interventi degli esperti è previsto il TAVOLO DEL DIALOGO, uno spazio dedicato al confronto sui temi emersi con: assessori/e della Giunta e membri del Consiglio Comunale della Città di Moncalieri, rappresentati delle realtà del territorio e cittadini/e partecipanti al seminario.

Paolo Montagna, Sindaco della Città di Moncalieri, che aprirà i lavori del Convegno dichiara: “Gli effetti sociali ed economici sulla Città e sui cittadini generati del COVID prima e della guerra in Ucraina poi, ci impongono di aggiornare la riflessione sulle politiche di Comunità che offriamo alla popolazione. In questa cornice l’iniziativa sull’Abitare Collaborativo, della quale ringrazio gli organizzatori e i partner, rappresenta una importante occasione per fotografare la Città che abbiamo costruito, ma soprattutto per immaginare la visione della Moncalieri che verrà, partendo dalla centralità della Persona e da valori imprescindibili per la nostra Comunità come cura e prossimità”.

Al temine del Convegno, dalle ore 18.30 presso la Fondazione Dravelli (via Praciosa, 11 - Moncalieri TO - Metro Bengasi) è prevista L’INAUGURAZIONE DELLA SEDE DEL GRUPPO BUONABITARE DI MONCALIERI.
Le attività di avvio del Progetto si concludono con il LABORATORIO VICINATO SOLIDALE previsto per sabato 8 ottobre 2022 (dalle ore 9.30 alle 13.00) presso la Fondazione Dravelli. I partecipanti al LABORATORIO saranno coinvolti nell’identificare la modalità concreta per realizzare buone pratiche di vicinato solidale in contesti specifici, mettendo a fuoco strumenti utili per: creare un’organizzazione a base comunitaria (il circolo); definire patti collaborativi per sostenere il buon vicinato; sviluppare capacità e competenze necessarie per sostenere il buon vicinato. Il LABORATORIO sarà condotto da Elvio Raffaello Martini.

La partecipazione è gratuita previa prenotazione e conferma.

INFO E PRENOTAZIONI:
abitarecollaborativo.dravelli@gmail.com
tel. 011.60.68.509 (dalle 10.00 alle 12.00) - cell. 340.37.40.867