IndianaFestival #2 | Santinumi, AdamSmith, Nerè, ITAvsL'Amortex

IndianaFestival #2 | Santinumi, AdamSmith, Nerè, ITAvsL'Amortex

INDIEPENDENCE APS 02-10-2020 - 20:30

Indiana Festival, la festa della musica indipendente promossa da Indiependence, torna venerdì 23 ottobre negli spazi dell’Associazione Culturale Comala riproponendo la data di venerdì 2 ottobre, rinviata a causa delle condizioni meteo instabili. Confermato il cartellone: sul palco attesa una delle punte di diamante della nuova proposta torinese indipendente, i Santinumi, assieme alla cantautrice Nerè, alla rock band degli Adam Smith, e a Italian Take Away con L'Amortex.

Santinumi, il gruppo composto da Andrea Bertolotti, Nicola Martini e Maurizio Daniele, che hanno condiviso il palco con artisti del calibro di Motta, Brunori Sas, Iosonouncane, Marta Sui Tubi, TARM, Africa Unite. Il loro primo disco, Paganìa, uscito a febbraio 2020, quasi totalmente autoprodotto, contiene 8 tracce cantate da voci diverse e ciascuna associata a una divinità.

Prima del loro set ben tre esibizioni: si parte con la musica esplosiva dai diversi suoni e generi della cantautrice Nerè, un’artista vulcanica come Napoli, sua città di origine, dove ogni canzone è un viaggio a tappe nello spazio e nel tempo, intorno alla mitologia greca.

A seguire, la rock band degli Adam Smith, di cui Paolo Ferrari ha scritto: “non un calciatore inglese, ma una rock band torinese schietta e diretta, che nel 2013 ha debuttato con l’album “Normale, banale, maiale” e non si è fermata più. Ce n’è, da ascoltare, guardare, raccontare”. Tra i primi gruppi a entrare nel roster di Indiependence, stanno producendo il secondo album.

Completano il cartellone della serata gli Italian Take Away e L'Amortex, due artisti che fonderanno i loro progetti in un unico live set che promette scintille.
Le “canzoni senza patria” di Italian Take Away - ultimo “acquisto” della scuderia Indiependence - incroceranno l’esperienza sonora e visiva de L'Amortex, progetto che fonde basi elettroniche e theremin con uno degli strumenti classici per eccellenza come l’arpa, e che ha saputo catturare l’attenzione di Johnson Righeira - uno dei padri dell’elettronica italiana - e dei Decibel di Enrico Ruggeri. Con loro, ha remixato uno dei brani classici della discografia dei Righeira Luciano Serra Pilota, che sarà incluso nel nuovo disco dell’artista, la cui uscita è prevista per il 2021.

- - -

L'evento è a ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti.

Nel rispetto delle norme per la prevenzione della diffusione del Covid, e per evitare code e assembramenti, è previsto un check-in all'esterno dell'area. Passate da lì prima di entrare: vi verrà assegnato un posto numerato e distanziato.