LaComune al Carbonia Film Festival | Tecno/corpi - in metamorfosi | Assemblea pubblica digitale

LaComune al Carbonia Film Festival | Tecno/corpi - in metamorfosi | Assemblea pubblica digitale

Comitato Arci Torino/LaComune 11-10-2020

LACOMUNE
Assemblea pubblica digitale
in diretta dalla pagina Facebook
www.facebook.com/CarboniaFilmFestival

Domenica 11 ottobre | ore 11.30 – 13.00

Il fil rouge che accomuna gli otto lungometraggi in concorso – Tecno/corpi - in metamorfosi - sarà il punto di partenza di questa conversazione assembleare ideata dal team de LaComune e mediata dal filosofo e curatore Leonardo Caffo con l'intervento di Giulia Blasi, docente e scrittrice.

Il gruppo di discussione seguirà una serie di regole comunitarie di discussione che verranno enunciate all'inizio dell'assemblea al fine di rideclinare il tema in una nuova “ridefinizione”.

Interverranno durante l'assemblea Irene Dionisio al fine di raccontare il processo collaborativo del progetto LaComune e il direttore artistico del festival Francesco Giai Via attraverso dei brevi estratti di Q and A con i registi degli otto lungometraggi in concorso.

Al termine degli interventi programmati sarà aperto il dibattito assembleare ai partecipanti al webinar. L'assemblea verrà lanciata anche in diretta Facebook sulla pagina del Carbonia Film Festival, e il pubblico dei social potrà intervenire con domande scritte nei commenti o brevi interventi.

LaComune è un dispositivo, una palestra di cittadinanza attiva, un progetto pilota per un osservatorio cinematografico e assembleare permanente su base annuale. Il progetto si struttura a partire da un tema comune individuato in base alla sua rilevanza e attualità culturale, sociale e politica, alla sua portata immaginifica e all'impatto che esso esercita sulla vita delle persone. Il progetto è incentrato su un dispositivo di proiezioni introdotte da conversazioni con i rispettivi autori e/o talent civili e accompagnate da assemblee in luoghi pubblici e/o digitali, precedute da speech di approfondimento.
Il progetto nasce dalla co-progettazione del team di lavoro - a leadership diffusa - composto dalle curatrici Francesca Comisso e Luisa Perlo (a.titolo), da Irene Dionisio, regista, artista visiva, dal direttore di festival e critico cinematografico Francesco Giai Via, dall’operatrice culturale Ambra Troiano e dal filosofo e curatore della Triennale di Milano Leonardo Caffo, che con Andrea Polacchi e Luca Bosonetto del Comitato Arci Torino costituisce l’inedito gruppo con funzione maieutica che condurrà le assemblee pubbliche e/o digitali secondo regole comunitarie condivise.
Il progetto nasce in collaborazione con il Comitato Arci Torino, Ucca, a.titolo, Associazione Cinema Ambrosio e Wild Strawberries - Laboratorio per le Immagini in Movimento.

EVENTO FB

Giulia Blasi è una scrittrice e docente universitaria, autrice di diversi romanzi e dei saggi "Manuale per ragazze rivoluzionarie" e "Rivoluzione Z", entrambi dedicati all'applicazione dei principi base del femminismo intersezionale alla vita quotidiana, alla lotta e alla politica. Ha all'attivo diverse campagne di sensibilizzazione su temi legati alla discriminazione delle donne, fra le quali #quellavoltache, antesignana di #metoo in Italia. Vive e lavora a Roma.

Leonardo Caffo è filosofo e co-curatore del Public Program 2020 di Triennale Milano. Insegna Filosofia teoretica al Politecnico di Torino e Fenomenologia delle arti visive contemporanee alla NABA di Milano. Conduttore e autore di Rai Radio 3, collabora con il Corriere della Sera. Tra le sue opere, ricordiamo A come animale (2015) e Costruire futuri (2018) pubblicate da Bompiani, La vita di ogni giorno (2016), Fragile umanità (2017) e Vegan (2018) uscite per Einaudi. I suoi ultimi libri sono il romanzo Il cane e il filosofo (Mondadori, 2020) e il saggio Dopo il Covid-19 (nottetempo, 2020).